La tutela DOP & IGP

Unicità da tutelare

La Commissione Europea ha creato un sistema di tutela che lega le eccellenze agroalimentari al territorio di origine definendo dei veri e propri marchi di qualità:

dop-logo

La “Denominazione di Origine Protetta” (DOP) identifica prodotti originari di uno specifico territorio, in cui sono attuate tutte le fasi di produzione e trasformazione e da cui ne derivano le caratteristiche specifiche del prodotto.

igp-logo

L’”Indicazione Geografica Protetta” (IGP) è attribuita a quei prodotti la cui qualità, reputazione o particolari caratteristiche dipendono dall’area geografica in cui si svolge almeno una delle fasi di produzione.

L’aceto balsamico ha una tradizione molto antica, tramandata di generazione in generazione e basata su pochi e rari documenti. Nel tempo, con l’apertura dei mercati, i produttori hanno avvertito la necessità di proteggere l’unicità del proprio prodotto.

L’aceto balsamico negli anni ha ottenuto tre differenti denominazioni protette:

Aceto Balsamico Tradizionale
di Modena DOP (2000)

Aceto Balsamico Tradizionale
di Reggio Emilia DOP (2000)

Aceto Balsamico
di Modena IGP (2009)

I disciplinari

Come ogni prodotto legato ad un marchio di qualità anche le due tipologie di aceto balsamico devono rispettare disciplinari di produzione molto rigidi, che normano sia i requisiti produttivi sia quelli commerciali.

Il Disciplinare dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP è racchiuso nel Regolamento (CE) N. 813/2000: 8 articoli che descrivono dettagliatamente le caratteristiche e gli obblighi, sia in fase di produzione sia nel confezionamento.

Tutte le direttive per la produzione dell’Aceto Balsamico di Modena IGP sono invece contenute nel Regolamento (CE) N. 583/2009: quali uve possono essere utilizzate? Qual è la zona di produzione? Quali le caratteristiche e i metodi di lavorazione? Cosa occorre riportare in etichetta?

I Consorzi di Tutela

I Consorzi di Tutela nascono per tutelare e promuovere le produzioni DOP e IGP.
Nati come associazioni volontarie, quando soddisfano determinati criteri vengono riconosciuti dallo Stato con uno specifico Decreto Ministeriale e diventano cosi i guardiani dei disciplinari, sorvegliandone l’applicazione, monitorando il mercato per la salvaguardia dell’autenticità del prodotto e rappresentando la voce istituzionale delle aziende produttrici.

Nel campo degli aceti, i Consorzi che tutelano queste eccellenze sono il Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena e il Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia.

Acetum partecipa attivamente alla vita di tutti e tre i Consorzi. Inoltre il proprio Presidente Cesare Mazzetti, è stato al vertice del Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena per due mandati. Oggi ne ha la vicepresidenza e siede nel Consiglio di entrambi i Consorzi di Modena.

Image
Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP
Image
Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP